Menu
Sei in: Aree territoriali » Lucca » News ed Eventi » 

Via la plastica "usa e getta" dagli stabilimenti balneri toscani

13 giugno 2019 In evidenza, Locations, Lucca, Pisa, Versilia, Massa Carrara

Anche Confesercenti firma il protocollo regionale con il suo presidente del sindacato balneari Stefano Gazzoli.

Plastica ‘usa e getta' al bando già da questa estate negli stabilimenti balneari toscani. La giunta regionale l'aveva annunciato e qualche settimana dopo le maggiori associazioni di categoria hanno sottoscritto il protocollo d'intesa con cui la Toscana anticipa di fatto l'Europa.

A marzo Bruxelles ha infatti varato una direttiva storica: via e fuorilegge dal 2021 le stoviglie in plastica, un modo per ridurre i rifiuti in mare (che per l'80 per cento sono costituiti da plastica). Ma i novecento stabilimenti balneari della costa toscana, dai confini con la Liguria fino alla Maremma, saranno ‘plastic free' già da questa estate. Chi già li aveva acquistati potrà smaltire le scorte di magazzino. Ma poi nei locali con accesso sul mare, nei bar e ristoranti degli stabilimenti, posate, piatti, cannucce, contenitori per alimenti, mescolatori per bevande, tazze e bicchieri dovranno essere di materiale compostabile: quelli ad esempio derivati dal mais, che costano un po' di più ma che si trovano già da tempo in commercio.

L'intesa è stata firmata anche dal sindacato balneari Fiba di Confesercenti con il suo presidente regionale Stefano Gazzoli. "Il protocollo che abbiamo sottoscritto - ha commentato il presidente della Regione Enrico Rossi - rappresenta un impegno concreto per mantenere e anzi migliorare la qualità delle nostre spiagge e del nostre mare. Un impegno proposto dalla Regione e che ha avuto subito l'adesione entusiastica dei balneari, che voglio ringraziare. Evidentemente c'è una volontà condivisa di tenere sempre più pulite le nostre spiagge e il nostro mare, liberandoli dalla plastica".

"Adesso – ha spiegato Stefano Gazzoli - ogni Comune dovrà trovare lo strumento adeguato, anche con il sostegno di Anci, per modificare e integrare i propri atti rispetto a questo protocollo: che sia un regolamento, una delibera o un'ordinanza. Riguardo le spiagge libere invece, verranno dotate di contenitori per la differenziata e di cartellonistica adeguata”.

Addio dunque a stoviglie monouso. E chi non lo farà rischia una multa. Dopo l'emanazione della norma regionale saranno i sindaci a definire gli atti di dettaglio, con proprie ordinanze o regolamenti. Rimarranno per ora le sole bottigliette in plastica. Al momento c'è infatti una sola azienda in Italia che le produce in materiale ecologico: un divieto non è quindi possibile. Ma anche su questo la Toscana è al lavoro per anticipare soluzioni.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy