Menu
Sei in: Aree territoriali » Pisa » News ed Eventi » 

Lucca, deroga confermata agli ambulanti anche nel 2022 per l'accesso dei mezzi in centro storico

03 gennaio 2022 In evidenza, Locations, Lucca

La Regione accoglie la richiesta del Comune che ha predisposto un piano in ottica 2023. Soddisfazione di Anva che ha sollecitato e seguito il provvedimento.

Anche per tutto il 2022 la Regione ha concesso la deroga per l’accesso dei furgoni Euro 0-1-2 nel centro storico di Lucca, recependo la richiesta formulata dall’amministrazione comunale su sollecitazione di Confesercenti Toscana Nord.

“Una decisione che ovviamente fa tirare un sospiro di sollievo soprattutto agli ambulanti, pensiamo su tutti a quelli del mercato dell’antiquariato – spiega il responsabile lucchese di Anva, il sindacato ambulanti di Confesercenti, Massimiliano Logli – visto che dopo due anni davvero duri per la nostra categoria era davvero impensabile pensare ad un investimento come quello di un nuovo mezzo per coloro ancora in possesso di quelli Euro 0-1-2. Purtroppo la pandemia non allenta ancora la propria morsa con conseguenze ancora molto pesanti sui bilanci di settori come quello ambulante che anche l’anno scorso ha dovuto fare i conti con dure limitazioni o addirittura cancellazioni come per le fiere”.

L’accoglimento della richiesta del Comune di deroga anche per il 2022, è stata accolta dalla Regione con un documento arrivato a Palazzo Orsetti a firma della dirigente del Settore Ambiente ed Energia. “In riferimento alla nota del Comune di Lucca con cui si rinnova anche per il 2022 – si legge nell’atto regionale – la richiesta di deroga di divieto di accesso e circolazione in centro storico a Lucca dei mezzi degli espositori del mercato dell’antiquariato e delle altre manifestazioni mercatali presenti nel piano del commercio su aree pubbliche, siamo ad accordare quanto richiesto. Si resta in attesa della proposta progettuale per la riduzione dei veicoli inquinanti circolanti nell’area verde del comune, come misura di sostegno a quelle attività economiche che intendano sostituire il proprio mezzo con una meno inquinante”.

“Dobbiamo pubblicamente ringraziare l’assessore Chiara Martini e tutti gli uffici comunali coinvolti – aggiunge il responsabile area lucchese di Confesercenti Toscana Nord, Daniele Benvenuti – per aver istruito la pratica dopo la nostra richiesta, così come il vicepresidente della Seconda Commissione della Regione Mario Puppa che ha seguito l’atto a Firenze. E’ stata compresa la necessità di questa ulteriore deroga visto che purtroppo anche nel 2021 gli operatori ambulanti hanno avuto pesanti flessioni nei propri bilanci incompatibili con investimenti importanti come quello per un nuovo mezzo. Il lavoro del Comune di Lucca che non si è limitato alla semplice richiesta di deroga, ma sarà accompagnato con un progetto di più ampio respiro. Per gli ambulanti – conclude Benvenuti – ci sono anche tre mesi di ulteriore esenzione dei canoni mercatali, periodo che a livello nazionale stiamo provando di estendere almeno fino a giugno, augurandoci così che il lavoro possa tornare al più presto ad una normalità quanto mai necessaria per i bilanci di queste piccolissime imprese”. 

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy