Menu

A Pisa torna il "Mercato Europeo"

14 aprile 2015 Pisa, Valdera

Fino al 19 aprile in piazza Vittorio Emanuele 40 banchi provenienti dal Vecchio Continente e non solo.

I sapori e l’artigianato del Vecchio Continente sbarcano a Pisa. Da giovedì a domenica in piazza Vittorio Emanuele tornano il “Mercato europeo” organizzato dalla Confesercenti Toscana Nord e l’Anva (l’associazione dei venditori ambulanti) nazionale.

Quaranta banchi in rappresentanza di 17 nazioni proporranno prodotti gastronomici, artigianato, tutto rigorosamente venduto da espositori provenienti da quei Paesi. Una iniziativa che vede come partner (oltre alla Camera di commercio, Comune e Provincia) il giornale Il Tirreno. Sulla cronaca di Pisa i lettori troveranno un tagliando che consentirà di usufruire di uno sconto sui prodotti: basterà ritagliarlo e consegnarlo e ricevere il 15% di sconto sui prodotti gastronomici da consumare sul posto (per un massimo di spesa a persona di 30 euro) e il 10% su tutti gli altri.

“Torniamo con questa iniziativa a Pisa dopo otto anni di assenza – spiega il responsabile di Confesercenti Pisa Giulio Garzella -. Prima la sede del mercato erano le Logge di Banchi, adesso abbiamo scelto piazza Vittorio Emanuele visto il numero maggiore di espositori. Iniziativa che comunque in questi anni abbiamo portato anche a Pontedera e Viareggio”.

La peculiarità di questo mercato è sicuramente la presenza di espositori dei Paesi di origine. “La nostra manifestazione – spiega il segretario nazionale di Anva Confesercenti Adriano Ciolli - punta a far conoscere la tradizione commerciale, gastronomica e artigianale delle nazioni europee in un’ottica di apertura e confronto culturale. Sarà un grande bazar di profumi, colori e sapori multiculturali. Un viaggio per il continente attraverso i singoli espositori. Ma non ci sarà solo l’Europa – dice ancora Ciolli -. Avremo anche un banco di gastronomia brasiliana e soprattutto un artigiano siriano. In periodo di conflitto per la Siria, abbiamo accolto con entusiasmo questo banco che venderà tra l’altro prodotti i legno di olivo della Palestina”.

Tutti i giorni dalle 10 alle 22, quindi, sarà possibile passeggiare tra gli stand che vanno dalla Penisola Iberica alla Scandinavia, passando per Mittel Europa, Balcani e Mediterraneo. Per fare qualche esempio, dalla Francia moda e accessori, le famose crêpes parigine, biscotti, lavanda e prodotti provenzali; dall’Austria strudel, torta sacher e altri dolci, speck, pane, kanederli e wurstel; dalla Germania la celebre birra, dolci e caramelle. dalla Spagna l’immancabile paella e le liquirizie. E ancora i piatti tipici della Grecia, la birra della Repubblica Ceca, la ceramica della Lituania, i fiori dell’Olanda, le pelli di renna e l’artigianato della Finlandia. Non mancherà l’occasione per assaggiare curiosi dolcetti tipici impossibili da trovare se non nei Paesi di provenienza, come i coccoretti belgi realizzati con farina di cocco, i poffertjes olandesi e i curiosi kürtöskalács ungheresi, conosciuti anche come “camino dolce” per la particolare forma cilindrica ottenuta cuocendoli su uno spiedo che ruota lentamente sul fuoco. Naturalmente ci sarà anche la rappresentanza italiana con dolcetti siciliani, gastronomia tipica toscana, prodotti calabresi, pugliesi, lucani, focaccia genovese, pasticceria napoletana, pietanze sarde e della Val d’Aosta, miele, patate e frutta secca.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy