Menu

Pontedera, ai commercianti non piace la pedonalizzazione di via Primo Maggio

19 novembre 2019 In evidenza, Locations, Valdera

Riunione con il vicesindaco Puccinelli. Da Confesercenti la proposta di spalmare la sperimentazione su tre mesi e non solo nei tre sabati di dicembre.

“Abbiamo ascoltato le preoccupazioni dei commercianti di via Saffi e via Primo Maggio sul progetto di pedonalizzazione proposto dal sindaco Franconi in via sperimentale per i primi tre sabati di dicembre. Una preoccupazione che condividiamo che abbiamo espresso con una proposta alternativa al vicesindaco Alessandro Puccinelli”.

Questo quanto dichiarato dal coordinatore Valdera di Confesercenti Toscana Nord Claudio Del Sarto al termine di un incontro organizzato martedì 19 novembre alla presenza del vicesindaco e di una decina di operatori delle due strade. “Ringrazio innanzitutto Valentina Aurilio, membro del direttivo Pontedera, per aver contribuito a questo importante momento di confronto con l’amministrazione – dice ancora Del Sarto -. Confronto che purtroppo sul progetto di pedonalizzazione è mancato visto che l’annuncio è stato dato dal sindaco Franconi nel corso di una assemblea su tutt’altro argomento senza alcuna preventiva concertazione con le associazioni. Noi apprezziamo il lavoro del primo cittadino, ad esempio per l’illuminazione natalizia che quest’anno si allarga a tutta l’area commerciale e totalmente a carico del Comune, ma in questo caso forse doveva avvenire un passaggio preventivo prima della decisione finale”.

Secondo i commercianti di via Saffi e via Primo Maggio i tre sabati di dicembre che precedono il Natale sono un periodo talmente fondamentale per il commercio che non si può rischiare con esperimenti. “Nessuno ad oggi è a conoscenza delle conseguenza della pedonalizzazione – insiste Del Sarto -. Qualcuno dice che può portare vantaggi alle attività, ma altri temono un ulteriore calo degli affari. In mancanza di dati oggettivi secondo noi è meglio non rischiare visto che stiamo parlando di imprenditori già alle prese con una crisi ancora lontana dalla conclusione. Per questo – conclude il coordinatore Valdera di Confesercenti Toscana Nord – chiediamo all’amministrazione comunale di spalmare questa sperimentazione su tre mesi, con un sabato a dicembre, uno a gennaio ed uno a febbraio. Sarà in questo caso un test valido abbracciando infatti periodi diversi e soprattutto non facendo fare un passo nel vuoto ai commercianti”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy