Menu

Rivoluzione gazebo a Pontedera, così non va

18 febbraio 2015 In evidenza, Valdera

Confesercenti contesta il metodo: la giunta ha annunciato il nuovo regolamento prima di incontrare i commercianti

“La concertazione prevede un confronto, non una semplice comunicazione di cosa intende fare l’amministrazione comunale. Siamo davvero stupiti, quindi, di aver letto sui giornali la presentazione della sperimentazione sui gazebo dopo un solo incontro informativo con le associazioni di categoria”.

E’ il presidente di Confesercenti Valdera Luca Sardelli ad esprimere tutte le perplessità dei propri associati per il percorso intrapreso dalla giunta Millozzi sulla vicenda dei gazebo. “Nessuno mette in discussione la bontà del progetto – dice ancora Sardelli – visto che disciplina una situazione di incertezza per i pubblici esercizi che si stava trascinando da tempo. Ma proprio perché il passo è molto importante, ci attendevamo una maggiore considerazione da parte del Comune. L’annuncio dell’assessore Pirri – incalza il presidente di Confesercenti – è giunto ancor prima di aver permesso alle associazioni di leggere il nuovo regolamento. Addirittura la riunione con tutti i commercianti è stata fissata per oggi (giovedì 19), a breve distanza dalla conferenza stampa. Non abbiamo avuto tempo non solo di consultare ed eventualmente proporre osservazioni al nuovo regolamento, ma nemmeno di ascoltare i nostri associati. E questo nonostante ci siamo accorti da una prima veloce lettura, che qualcosa deve essere chiarito".

"Se la concertazione – conclude Sardelli – è concepita dal Comune come luogo in cui si comunica atti già decisi, crediamo che qualcosa debba essere rivisto nei rapporti tra amministrazione e associazioni di categoria. Ci auguriamo, quindi, un apertura ad eventuali modifiche per evitare che un provvedimento condivisibile per il suo scopo finisca invece per diventare negativo”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy