Menu
Sei in: Aree territoriali » Versilia » 

Pomarance, sconti sulla Tari per i commercianti

26 agosto 2014 In evidenza, Valdicecina

La soddisfazione del responsabile Filippo Ciompi: “Il Comune ha mantenuto gli impegni che aveva preso con noi ad inizio anno di convocare un tavolo di concertazione ad hoc sulla questione dei tributi. Con l'approvazione delle nuove tariffe, il percorso si è concluso in maniera soddisfacente".

Buone notizie per le attività commerciali di Pomarance. L'amministrazione comunale ha infatti deciso di applicare i coefficienti minimi per quanto riguarda la Tari, mitigano quindi gli aumenti che alla fine dell'anno scorso erano stati previsti per i commercianti dal passaggio da Tares a Tari. Questo il risultato del tavolo di concertazione alla quale, la settimana scorsa, hanno partecipato il sindaco Loris Martignoni, il suo vice Nicola Fabiani ed il coordinatore Confesercenti della Valdicecina Filippo Ciompi. “Il Comune ha mantenuto gli impegni che aveva preso con noi ad inizio anno – spiega Ciompi – e cioè di convocare un tavolo di concertazione ad hoc sulla questione dei tributi. Con l'approvazione delle nuove tariffe, il percorso si è concluso in maniera soddisfacente. Il commercio locale sta vivendo un periodo difficile e quindi attendevamo dall'amministrazione una mano concreta. La rimodulazione dei coefficienti della Tari è un primo risultato. Il sindaco ed il suo vice – prosegue il coordinatore Confesercenti – si sono dimostrati disponibili anche, eventualmente, a rivedere alcune scadenze del tributi locali se cadessero in periodi di affollamento per altri pagamenti”. La conclusione di Filippo Ciompi: “Il tavolo di concertazione ha inoltre stabilito di predisporre uno scadenzario che noi come associazione ed il Comune invieremo alle imprese in modo che possono organizzarsi per i prossimi pagamenti”. Da parte dell'amministrazione comunale la convinzione di aver agito in maniera equa. Spiega il vicesindaco Fabiani: “Non solo si sono applicati i coefficienti minimi, ma per le categorie maggiormente colpite lo scorso anno gli stessi sono stati rivisti ulteriormente al ribasso grazie ai margini di manovra più incisivi che quest’anno ci consentiva la legge, armonizzando al meglio il tributo tra le varie categorie che invece avevano avuto lievi decrementi. Una manovra – aggiunge - che non sbilancia il tributo tra le utenze domestiche e non domestiche, ma fatta all’interno di questa categoria, onde evitare polemiche e strumentalizzazioni che danneggiano il commercio. A breve chiuderemo il bando di aiuto che avevamo fatto per i forti aumenti TARES 2013 – conclude Nicola Fabiano - e ci rendiamo disponibili anche per altri incentivi o defiscalizzazioni specifiche atte a sostenere la categoria, riconoscendo l’importante ruolo che riveste all’interno delle nostre piccole comunità”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy