Menu
Sei in: Aree territoriali » Versilia » News ed Eventi » 

Fondo perduto e credito agevolato per l’imprenditoria femminile

28 dicembre 2021 In evidenza, Locations, Lucca, Pisa, Versilia, Massa Carrara, Valdera, Valdicecina, Monti Pisani, Toscana Nord

I contributi sono rivolti sia alle nuove imprese che a quelle già esistenti. Contatta i consulenti Confesercenti Toscana Nord per tutte le informazioni.

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (n. 296 del 14 dicembre 2021) il decreto interministeriale 30 settembre 2021 che disciplina le modalità di intervento del Fondo a sostegno dell’impresa femminile. 

L'agevolazione non è ancora operativa in quanto dobbiamo attendere le circolari attuative del MISE che specificheranno le modalità e i tempi di presentazione delle domande.

Il soggetto gestore della misura sarà Invitalia.

Le principali caratteristiche della misura sono le seguenti.

BENEFICIARI. 

Imprese a prevalente partecipazione femminile attive nei seguenti settori:

produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;

fornitura di servizi, in qualsiasi settore;

commercio e turismo.

AGEVOLAZIONE. 

Le agevolazioni assumono la forma del contributo a fondo perduto e del finanziamento agevolato, anche in combinazione tra loro. 

Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, è a tasso zero e non è assistito da forme di garanzia.

La forma e la misura delle agevolazioni sono articolate in funzione delle linee di azione e dell’ammontare delle spese ammissibili previste nei programmi di investimento.

In particolare:

- per gli incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili, startup o costituite da meno di 12 mesi, le agevolazioni assumono la sola forma del contributo a fondo perduto per un importo massimo pari a:

- 80% delle spese ammissibili e comunque fino a euro 50.000,00, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000,00;

- 50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori a euro 100.000,00 e fino a euro 250.000,00;

- per gli incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la forma sia del contributo a fondo perduto sia del finanziamento a tasso 0 per programmi di investimento fino a 400.000,00 euro e sono articolate come di seguito indicato:

- per le imprese femminili costituite da oltre 12 mesi e non più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;

- per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Sono ammissibili le spese per:

immobilizzazioni materiali (non per mera sostituzione);

immobilizzazioni immateriali;

servizi in cloud;

personale dipendente a tempo determinato e indeterminato di nuova assunzione;

esigenze di capitale circolante (materie prime, sussidiarie, di consumo, godimento di beni di terzi, spese di noleggio, canoni di leasing).

L’ufficio credito di Confesercenti Toscana Nord farà un’informativa al momento della pubblicazione delle circolari attuative con le relative istruzioni per la presentazione della domanda. 

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy