Menu
Sei in: News » 

Basta con i dossier: Pontedera deve rispondere con i fatti

31 ottobre 2017 In evidenza, Locations, Valdera

Oggi, martedì 31 ottobre, alle 16 Confesercenti Valdera incontra il sindaco Millozzi e l'assessore Pirri per presentare le proprie proposte sulla sicurezza.

“Con l’ultima aggressione al collega Marsili si può parlare senza mezzi di termini di una città sotto attacco. Ormai la criminalità scegli tutti i metodi possibili, dal furto con scasso all’aggressione, per colpire i commercianti. Le istituzioni devono reagire adesso. Il comitato dell’ordine pubblico e la sicurezza si riunirà il 7 novembre. Le risposte servono subito”.

E’ perentoria nella sua presa di posizione la Confesercenti Valdera con le parole del suo presidente Luca Sardelli. Già la settimana scorsa in una riunione con i commercianti l’associazione aveva chiesto di soluzioni immediate in attesa della riunione annunciata dal prefetto Angela Pagliuca. “Noi commercianti siamo esasperati ma  soprattutto spaventati – dice ancora il presidente Valdera -. Ormai non ci sentiamo sicuri né nei nostri negozi né quando torniamo a casa. L’aggressione a Riccardo Marsili, per la sua brutalità, è il segnale di un salto di qualità della criminalità a Pontedera. Ormai si tratta di una vera e propria emergenza al quale si deve rispondere con forza. Il Comune – insiste Sardelli – deve immediatamente convocare le associazioni di categoria per mettere nero su bianco, insieme, proposte e idee. I commercianti devono sentirsi rassicurati da coloro che ci governano. Bisogna presentarsi al comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza con qualcosa di concreto. Non abbiamo bisogno di un tavolo in cui si prenda atto che a Pontedera c’è un problema di sicurezza. Noi che viviamo la città lo sappiamo sulla nostra pelle”.

Confesercenti rilancia anche l’idea di un servizio di vigilanza privata che verrà presentata nella riunione di mercoledì 31 ottobre al sindaco Millozzi e all'assessore Pirri. “La nostra associazione – spiega il responsabile area pisana Simone Romoli – ormai da alcuni anni collabora con le Guardie di Città. Siamo disponibili a trovare soluzioni che diano tranquillità ai nostri commercianti, sia singolarmente che attraverso dei consorzi. Nessuno vuole prendere il posto dello Stato nel controllo del territorio – conclude -, ma non possiamo nemmeno aspettare  i suoi tempi lunghi. Non vogliamo abbaiare alla luna. Siamo pronti in prima persona a contribuire alla vigilanza ed a fare da referenti delle forze dell’ordine, così come proposto dal prefetto e dal questore per la città di Pisa”.

  • Bandi Ambulanti

    Bandi ambulanti

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy