Menu
Sei in: News » 

Cashback e lotteria degli scontrini, ecco come funzionano

07 dicembre 2020 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Partono due iniziative per favorire l'utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici. Per gli esercenti ancora valido il credito d'imposta sulle commissioni.

“Italia Cashless” è il piano di misure previste dal Governo per incentivare l’uso degli strumenti elettronici di pagamento correlato allo sviluppo di un sistema economico digitale volto a favorire la modernizzazione del Paese. Sul tema occorre ricordare che all’articolo 15 del D.L. n. 179/2012 è previsto che a decorrere dal 30 giugno 2014, i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito e carte di credito.

CASHBACK. Nell’ambito delle misure introdotte per incentivare i pagamenti elettronici è previsto un meccanismo di rimborso in denaro a favore delle persone fisiche maggiorenni, residenti nel territorio dello Stato, che effettuino acquisti, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione, con strumenti di pagamento elettronici. L’adesione al programma “cashback” è esclusivamente su base volontaria. Di fatti il consumatore a seguito dell’accesso mediante credenziali SPID, registra tramite apposita procedura sull’apposita app “IO” o nei sistemi messi a disposizione da altri provider convenzionati una serie di dati tra cui il proprio codice fiscale, l’Iban dove ricevere il rimborso e gli estremi identificativi di uno o più sistemi di pagamento elettronici con i quali si effettueranno gli acquisti. Il sistema predisposto e gestito PagoPa Spa sarà a regime completo a partire dal 1° gennaio 2021. Agli aderenti al programma viene attribuito un rimborso in misura percentuale per ogni transazione regolata con strumenti di pagamento elettronici.

LOTTERIA DEGLI SCONTRINI. A partire dal 1° gennaio 2021, potranno partecipare alla “lotteria degli scontrini” le persone fisiche, maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni o servizi al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa, arte o professione presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi, ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, (dal 1° gennaio 2021 tutti gli esercenti, indipendentemente dal volume di ricavi saranno obbligati alla trasmissione telematica dei corrispettivi. Di fatto sono stati equiparati i termini per l’avvio). Al momento la Legge di Bilancio 2021 prevede che si possa partecipare alla lotteria degli scontrini solo per acquisti effettuati esclusivamente attraverso strumenti che consentano il pagamento elettronico.

CREDITO D’IMPOSTA PER LE COMMISSIONI DA STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICI. Previsto agli esercenti attività di impresa, arte o professione, pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate o altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili. Al riguardo gli esercenti riceveranno mensilmente in via telematica l’elenco delle transazioni effettuate e le informazioni sulle commissioni addebitate dagli operatori. Il tax credit spetta agli esercenti che abbiano conseguito nel 2019 ricavi e compensi non superiori ad € 400.000, in relazione alle commissioni dovute per le cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti di consumatori finali dal 1° luglio 2020. Il beneficio utilizzabile esclusivamente in compensazione, a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy