Menu
Sei in: News » 

Con le nuove ordinanze della Regione si allentano alcune norme

09 giugno 2020 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Non è più obbligatorio inviare il Protocollo anticontagio, cessa il limite di accessi alle attività commerciali garantendo il distanziamento, via a fiere e mercati straordinari.

In considerazione della positiva evoluzione del contagio in Toscana, il presidente della Regione Enrico Rossi ha firmato una nuova ordinanza, la n.62, che allenta alcune misure anti-Covid e semplifica alcune procedure per le aziende e le attività economiche.

In estrema sintesi, i cambiamenti più significativi:

1) sparisce la prescrizione di far entrare un solo cliente per volta nei negozi di dimensione inferiore ai 40 mq. Rimangono ovviamente l'obbligo di far rispettare le distanze e dell'uso della mascherina nel punto vendita;

2) le attività economiche e produttive non sono più tenute a inviare alla Regione i protocolli anticontagio che hanno deciso di adottare per riaprire. Così recita il nuovo comma: "Con riferimento a tutte le attività economiche, produttive, sociali e professionali cessa l’obbligo di trasmissione alla Regione Toscana dei Protocolli anti contagio, previsti dall’ordinanza 48/2020;

3) per la pulizia, disinfezione, sanificazione e areazione dei locali, d’ora in poi si dovrà fare riferimento semplicemente alle indicazioni contenute nei rapporti dell’Istituto Superiore di Sanità n.19/2020; n.5/2020; n.21/2020; n.25/2020; n. 33/2020 e successivi aggiornamenti;

5) vengono finalmente inserite nell'ordinanza le linee guida per lo svolgimento oltre che dei mercati anche delle fiere, delle fiere promozionali, delle fiere dell'antiquariato e delle manifestazioni commerciali a carattere straordinario;

4) torna la possibilità della formazione in aula.

Ecco il testo dell'ordinanza n. 62 (clicca qui)

Ecco il testo dell'ordinanza n. 63 (clicca qui)

Ecco il testo dell'allegato 1 (clicca qui)

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy