Menu
Sei in: News » 

Coronavirus, slittano le scadenze fiscali del 16 aprile e 16 maggio

08 aprile 2020 In evidenza, Locations, Toscana Nord

La sospensione è concessa solo nel caso che i ricavi a marzo e aprile 2020 siano diminuiti almeno del 33% rispetto a marzo e aprile 2019.

Ecco le principali novità fiscali presenti nel nuovo decreto del governo.

SLITTANO LE SCADENZA FISCALI DEL 16 APRILE E 16 MAGGIO. Sospesi i pagamenti di Iva e contributi previdenziali in scadenza il 16 aprile ed il 16 maggio. La sospensione è ancora legata, così come per la scadenza del 16 marzo, al volume di ricavi e compensi con l’aggiunta però dei mancati fatturati.

✔ Per l’attività che non superano i 50 milioni di euro la sospensione dei versamenti di Iva, ritenute, contributi e premi Inail, è concessa solo nel caso che i ricavi a marzo e aprile 2020 siano diminuiti almeno del 33% rispetto a marzo e aprile 2019.

✔ Per le attività che invece superano i 50 milioni di euro, il calo invece deve essere del 50% sempre rispetto a marzo e aprile 2019.

✔ I versamenti dovranno essere effettuati entro il 30 giugno in un’unica soluzione o in 5 rate sempre a partire da giugno.

Attenzione! Viene prevista comunque una verifica incrociata con Inps, Inail ed altri enti previdenziali che comunicheranno all’Agenzia delle Entrate chi si è avvalso della sospensione.

STOP RITENUTE PER GLI AUTONOMI. Per gli autonomi con ricavi o compensi fino a 400.000 euro nel periodo compreso tra il 17 marzo (data di entrata in vigore del decreto “Cura Italia”) e il 31 maggio 2020 (in luogo del 31 marzo 2020) stop alle ritenute d’acconto operate dai sostituti d’imposta sui redditi di lavoro autonomo e quelle sulle provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento d'affari. Questo a condizione che nel mese precedente non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato. I contribuenti interessati torneranno a versare le ritenute d’acconto non operate dal sostituto in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2020 (in luogo del 31 maggio 2020) o rateizzando fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di luglio 2020 (in luogo di maggio 2020), senza applicazione di sanzioni e interessi.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy