Menu
Sei in: News » 

Dal 1° gennaio 2019 sono cinque i giorni per il congedo di paternità

11 marzo 2019 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Il periodo è stato elevato confermando la possibilità di un'ulteriore giornata in sostituzione del congedo obbligatorio della madre.

Dal 1° gennaio 2019 è stato elevato a 5 giorni il periodo di congedo di paternità obbligatorio, ed è stata confermata la possibilità di fruire di un’ulteriore giornata facoltativa in sostituzione di un giorno di
congedo obbligatorio della madre. La  Finanziaria 2019 ha prorogato per l’anno 2019 il congedo obbligatorio retribuito a favore del padre lavoratore dipendente, ma  con alcune modifiche.

IL CONGEDO OBBLIGATORIO E FACOLTATIVO PER IL 2019.

Per i figli nati/adottati o affidati dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019, il padre lavoratore dipendente ha diritto a:
- un congedo obbligatorio della durata di 5 giorni (a differenza dei 4 in vigore sino al 31 dicembre 2018), da godere anche non continuativamente;
- un congedo facoltativo della durata di 1 giorno, da fruire in accordo con la madre e in sostituzione di una corrispondente giornata di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.

Entrambi sono utilizzabili nei primi 5 mesi decorrenti dalla nascita, dall’ingresso in famiglia o dall’entrata in Italia del minore. Per i figli nati/affidati/addottati nel corso dell’anno 2018, anche se i 5 mesi successivi all’evento ricadono nei primi mesi del 2019, il padre lavoratore dipendente ha diritto al congedo obbligatorio nella misura di 4 giorni.

TRATTAMENTO ECONOMICO E PREVIDENZIALE.

Per i giorni di congedo obbligatorio e facoltativo al padre spetta un’indennità giornaliera a carico INPS, pari al 100% della retribuzione (intendendosi per tale la retribuzione media globale giornaliera, determinata con le stesse regole previste per il congedo di maternità/paternità). L’indennità in esame è anticipata dal datore di lavoro, alla fine di ciascun periodo di paga, con successivo conguaglio con i contributi e le somme dovute all’Istituto previdenziale.

Inoltre: i giorni di congedo (sia obbligatorio che facoltativo) devono essere computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti, compresi quelli relativi alla tredicesima mensilità o alla gratifica natalizia e alle ferie;
per usufruire dei giorni di congedo non è richiesta, in costanza di rapporto di lavoro, alcuna anzianità contributiva pregressa ai fini dell’accreditamento dei contributi figurativi per il diritto alla pensione e per la determinazione della misura stessa;
le giornate di congedo (sia obbligatorio che facoltativo) non possono essere frazionate ad ore.

Per i giorni del congedo obbligatorio e facoltativo del padre saranno accreditati i contributi figurativi.

MODALITÀ DI UTILIZZO.

Per usufruire del congedo (sia obbligatorio che facoltativo) il padre lavoratore è tenuto a comunicare in forma scritta al datore di lavoro i giorni prescelti, con almeno 15 giorni di preavviso. In sostituzione della forma scritta è possibile utilizzare, se presente, il sistema informativo aziendale per la richiesta e la gestione delle assenze. In caso di richiesta del congedo facoltativo, il lavoratore deve allegare alla domanda la dichiarazione della madre da cui emerga che la stessa non intende fruire del congedo di maternità per un numero di giorni (uno) equivalente a quello fruito dal padre, con conseguente riduzione del congedo medesimo. Tale comunicazione deve essere trasmessa, dal lavoratore, anche al datore di lavoro della madre.

Per beneficiare del congedo obbligatorio e facoltativo:
- i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’Istituto devono presentare autonoma domanda allo stesso;
- tutti i lavoratori, per i quali le indennità sono anticipate dal datore di lavoro, devono solo comunicare in forma scritta l’assenza, senza necessità di presentare domanda all’INPS. In tale ultimo caso, infatti, sono i datori di lavoro che comunicano all’INPS le giornate di congedo fruite attraverso il flusso Uniemens.

Rivolgersi agli addetti del Settore Risorse Umane di Confesercenti Toscana Nord per eventuali ulteriori chiarimenti.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy