Menu
Sei in: News » 

Dal 15 marzo scattano le nuove restrizioni: cose succede a Pasqua

15 marzo 2021 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Dal 3 al 5 aprile tutta l'Italia sarà in zona rossa ma sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione fino a due persone tra le 5 e le 22.

Dal 15 marzo sono scattate le nuove restrizioni che il governo ha inserito in un decreto legge che ha modificato l’ultimo Dpcm, con validità fino al 6 aprile.

Attività commerciali. Nessuna modifica alle regole ed alle conseguenti restrizioni per le attività commerciali rispetto alle zone di appartenenza, arancione o rossa.

Visite a parenti e amici. Nelle zone arancioni «le visite sono consentite una sola volta al giorno, verso una sola abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone (i minori di 14 anni non vengono computati)». Se si vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti ci si può spostare «tra le 5 e le 22 entro 30 km ma senza andare nei capoluoghi di provincia». Nelle zone rosse invece le visite a parenti e amici sono vietate.

Pasqua. Il 3, 4 e 5 aprile 2021 tutta Italia sarà zona rossa ma «sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata della stessa Regione, tra le ore 5 e le 22, a un massimo di due persone e con minori di 14 anni, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione».

Seconde case. Il governo ribadisce che «è possibile raggiungere le seconde case, anche in un’altra Regione o Provincia autonoma (da e verso qualsiasi zona: bianca, gialla, arancione, rossa), solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile anteriormente al 14 gennaio 2021». Sono esclusi gli «affitti brevi». La seconda casa «non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare e vi si può recare unicamente tale nucleo. La sussistenza di tutti i requisiti potrà essere comprovata con autocertificazione».

Spostamenti e genitori separati o divorziati. In zona rossa «gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Regioni e tra aree differenti».

Le regole in auto. Se si va in auto con persone non conviventi è consentita la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti di indossare la mascherina». L’obbligo della mascherina decade «se la vettura è dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore».

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy