Menu
Sei in: News » 

Decreto Dignità, ecco come cambia il contratto di lavoro a tempo determinato

30 luglio 2018 In evidenza, Locations, Toscana Nord

I lavoratori stagionali restano esclusi dalle regole su rinnovi e proroghe.

Con il nuovo Decreto Dignità, cambiano le regole per il contratto di lavoro a tempo determinato. Il contratto di lavoro a tempo determinato è una tipologia di contratto di lavoro subordinato che si caratterizza per la determinazione della termine di durata.

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto Dignità, al contratto di lavoro subordinato può essere apposto un termine di durata non superiore a dodici mesi. Il contratto a tempo determinato può avere una durata superiore ai dodici mesi, ma comunque non eccedente i ventiquattro mesi, solo in presenza di almeno una delle seguenti condizioni (di seguito anche le “Causali”): (i) esigenze temporanee e oggettive, estranee all'ordinaria attività, o esigenze sostitutive di altri lavoratori; (ii) esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell'attività ordinaria. Il limite massimo per la stipulazione di contratti di lavoro a tempo indeterminato è di dodici mesi o, in alternativa, qualora ci sia una delle Causali, di ventiquattro mesi.

E’ inoltre modificata il regime di cui all’art. 19, comma 4, d.lgs. n. 81/2015 sulla forma del contratto. È stato fissato l’obbligo di stipulare il contratto in forma scritta per rapporti di durata superiore a 12 giorni e l’obbligo di consegnare in ogni caso copia del contratto al lavoratore entro 5 giorni dalla stipulazione.  L'atto scritto contiene, in caso di rinnovo, la specificazione delle Causali; in caso di proroga tale indicazione è necessaria solo quando il termine complessivo ecceda i dodici mesi.

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto dignità la proroga del contratto è libera se la durata complessiva del contratto (periodo iniziale + periodo di proroga) è inferiore a 12 mesi. Qualora, invece, la durata complessiva del contratto a seguito di proroga sia superiore a 12 mesi e inferiore a 24, la proroga del contratto è consentita solo in presenza di una delle Causali. Non è ammesso un numero di proroghe superiori a 4. Qualora tale regola sia violata il contratto di trasforma in contratto a tempo indeterminato con decorrenza dalla quinta proroga. Il rinnovo del contratto a tempo determinato, indipendentemente dalla sua durata, è consentito soltanto in presenza di una delle Causali. I lavoratori stagionali restano esclusi dalle regole su rinnovi e proroghe.

  • Bandi Ambulanti

    Bandi ambulanti

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy