Menu
Sei in: News » 

Decreto Dignità, ecco le principali novità

13 settembre 2018 In evidenza, Locations, Toscana Nord

I contratti a tempo determinato posso durare al massimo 24 mesi. Tornano i voucher solo per i settori alberghiero, agricolo e per gli enti locali (per le strutture ricettive fino a 8 dipendenti).

Ecco le principali novità del Decreto Dignità. Tra le più significative, quelle relative alla disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato e al contratto a tempo determinato a scopo di somministrazione.

Il testo prevede al contratto a tempo determinato a scopo di somministrazione si applichi la disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato con alcune espresse esclusioni, tra le quali lo stop & go.

DURATA

ll Decreto, di fatto, riduce la durata massima dei contratti di lavoro a tempo determinato da 36 a 24 mesi.

CAUSALI

I contratti superiori ai 12 mesi potranno essere stipulati solo in presenza di almeno una delle seguenti condizioni: esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività, ovvero esigenze di sostituzione di altri lavoratori; esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria.

Le causali per i contratti di durata superiore ai 12 mesi applicano esclusivamente all’utilizzatore.

LIMITI PERCENTUALI

E’ stato introdotto un limite al numero di lavoratori assunti con contratto a tempo determinato ovvero con contratto di somministrazione a tempo determinato pari al 30% del numero dei lavoratori assunti a tempo indeterminato, fatte salve diverse previsioni dei contratti collettivi applicati dall’utilizzatore.PERIODO TRANSITORIO

PERIODO TRANSITORIOCAMBIA IN SINTESI

Viene introdotto un periodo transitorio secondo il quale le disposizioni di cui al comma 1 si applicano ai contratti di lavoro a tempo determinato stipulati successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto, nonché ai rinnovi e alle proroghe contrattuali successivi al 31 ottobre 2018. ASSUNZIONI STABILI

ASSUNZIONI STABILIHER

La legge prevede l’estensione del bonus del 50% dei contributi per le assunzioni di under 35 e fino al 2020. L’esonero del 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro è riconosciuto per massimo 3 anni e con un tetto di 3.000 euro su base annua.

VOUCHER

La legge estende l’utilizzo dei “voucher” ai settori alberghiero, agricolo e per gli enti locali strutture ricettive che hanno fino a 8 dipendenti. Si potranno comunque usare solo per alcune categorie di soggetti: pensionati, studenti under 25, disoccupati, percettori del reddito di inclusione o di altre forme di sostegno al reddito. La comunicazione potrà riguardare una prestazione per un arco temporale fino a 10 giorni anzichè 3. La comunicazione inoltre potrà essere effettuata anche dagli intermediari abilitati. Il “buono lavoro” potrà essere stampato al termine della prestazione dall’utilizzatore e il prestatore potrà ritirare il contante presso gli uffici postali dopo 15 giorni da quando la denuncia della prestazione è divenuta irrevocabile

  • Bandi Ambulanti

    Bandi ambulanti

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy