Menu
Sei in: News » 

Fattura elettronica, scattano le sanzioni

03 ottobre 2019 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Dal 1° luglio 2019 i documenti dovranno essere emessi entro 12 giorni e comunque non oltre il giorno 15 del mese successivo a quello di riferimento.

La Legge di Bilancio 2018 ha previsto che a decorrere dal 1° gennaio 2019 è obbligatoria l’emissione della fattura elettronica  tra i soggetti passivi iva residenti o stabiliti in Italia (b2b)  e nei confronti dei consumatori finali (b2c)  sempre che ricorra l’obbligo di emissione della fattura.

Per quanto riguarda agli aspetti sanzionatori legati a tale adempimento occorre ricordare che per il primo semestre  del 2019 le sanzioni non trovavano applicazione

- qualora la fattura elettronica  sia regolarmente  emessa  entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica Iva relativa all’operazione documentata,

- erano ridotte al 20% se la fattura elettronica e’ emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione iva del periodo successivo.

La legge di conversione del Decreto Crescita (art. 12 ter della legge 58/2019) ha stabilito che a partire dal 1° luglio 2019 le fatture elettroniche andranno emesse (ovvero trasmesse) entro 12 giorni.

In base a quanto inserito nell’art. 2 ter della legge n 58/2019 nonchè nei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate si può affermare:

- nella fattura elettronica come data va indicata quella nella quale l’operazione è stata effettuata;
la trasmissione del file fattura xml allo Sdi deve avvenire entro 12 giorni dalla citata data di effettuazione dell’operazione;
- la data di trasmissione che viene tracciata dal Sdi è la reale data di emissione della fattura  posto che una fattura elettronica viene ad esistenza nel momento in cui transita dal Sdi;
- in merito alle fattura differite emesse in formato elettronico la fatturazione può avvenire in forma cumulativa.

Inoltre l’invio può avvenire entro il giorno 15 del mese successivo a quello di riferimento (non vincolato al termine di 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione).

Sanzioni fatturazione elettronica previste a regime ovvero a partire dallo scorso 1° luglio 2019. Ecco la tabella con gli importi (clicca qui)

Sanzioni fatturazione elettronica 2019 e ravvedimento operoso. Le sanzioni da pagare in caso di omessa, errata o tardiva fatturazione elettronica possono essere ridotte tramite l’istituto del ravvedimento operoso.
- 1/9: entro 90 giorni dalla data di omissione o dell’errore;
- 1/8: entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione;
- 1/7: entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno successivo in cui è stata commessa la violazione;
- 1/6: oltre il termine di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno successivo in cui è stata commessa la violazione.

Per ulteriori informazioni rivolgersi alle sede di Confesercenti Toscana Nord.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy