Menu
Sei in: News » 

Lucca, a lavoro per il nuovo piano del commercio e sul mercato di piazzale Don Baroni

16 gennaio 2019 In evidenza, Locations, Lucca

Il presidente Anva Leonetto Pierotti chiede all'amministrazione comunale una accelerazione per il rilancio dell'ambulantato lucchese.

Qualcosa si muove per il varo del nuovo piano del commercio su aree pubbliche che andrà a sostituire quello in vigore datato 2001. Confesercenti Lucca sollecita l’amministrazione comunale ad accelerare l’iter.

“Possiamo dire che la fase di concertazione, che era partita con il precedente assessore Giovanni Lemucchi, è conclusa – spiega Leonetto Pierotti, presidente Anva -. Abbiamo raggiunto numerosi punti di accordo a favore della categoria e del commercio cittadino per sostituire un piano che, considerato i suoi 18 anni – risulta a dir poco obsoleto. A questo punto chiediamo una accelerazione decisiva sollecitando l’amministrazione a giungere alla conclusione del percorso”.

Pierotti affronta poi la questione del mercato di piazzale Don Baroni e delle criticità ancora presenti. “Ultimamente molti posteggi stanno andando alla spunta, segno evidente che si sono sempre più posti liberi. E’ il caso quindi di fare una ricognizione seria e profonda per capire quanti sono i posteggi effettivi legalmente occupati. Manca ancora una cartellonistica che indichi il mercato e sul fatto della sicurezza c’è ancora molto da lavorare; per questo chiediamo una più assidua presenza della polizia municipale. Siamo disponibili – dice ancora il presidente Anva – a lavorare insieme al Comune per riqualificare l’intera area per renderla veramente un’area a vocazione commerciale soprattutto dopo che verrà dismesso il tendone della Croce Rossa. In tal senso proponiamo di sistemare il manto stradale in alcune zone soggette ad allagamenti, di provvedere a bagni più dignitosi soprattutto verso la parte che dà su Borgo Giannotti e lanciamo l’idea di piantare alberi lungo tutto il percorso”.

La conclusione di Pierotti sulla Cosap. “Siamo contenti che il Comune non abbia previsto aumenti. Sarebbe però opportuno che la prima rata fosse spostata da gennaio a marzo, evitando quindi due mesi che commercialmente sono davvero negativi”.

  • Bandi Ambulanti

    Bandi ambulanti

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy