Menu
Sei in: News » 

Massarosa, al lavoro per rilanciare il piccolo commercio

17 settembre 2019 In evidenza, Locations, Versilia

Arginare la grande distribuzione, incentivare i Centri commerciali naturali e nuovo mercato dell'antiquariato, i temi di discussione presentati all'assessore Pietro Bertolaccini.

Contenimento aperture attività commerciali di media e grande distribuzione, valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali e nuovo mercato dell’antiquariato. Sono questi i tre punti che Confesercenti Toscana Nord ha sottoposto alla discussione dell’assessore alle attività produttive di Massarosa Pietro Bertolaccini.

La responsabile area lucchese Valentina Cesaretti ha presentato il documento al Suap in attesa poi di incontrare l’assessore. “Abbiamo posto alcuni temi all’assessore Bertolaccini che riguardano lo sviluppo del piccolo commercio nel comune di Massarosa – spiega Cesaretti – in attesa di affrontarli di persona. Siamo partiti dalla questione della grande distribuzione ed in particolare delle aperture di due nuovi punti vendita in ambito alimentare (Coop ed Eurospin). Tra gli esercizi di vicinato del territorio c’è molta apprensione per un impatto importante che avranno per tutto il comparto produttivo commerciale, per questo quindi riteniamo che vadano condivisi strumenti tecnico-politici, che permettano di governare in un certo qual modo il settore. Possiamo fare un lavoro condiviso, di concerto con la Regione – insiste la responsabile di Confesercenti Toscana Nord -, al fine di trovare strumenti per valorizzare il piccolo commercio di vicinato, arginando l’emorragia di chiusure, così come anche annunciato in campagna elettorale”.

Da qui l’importanza dei Centri commerciali natuali, rappresentati all’incontro con i dirigenti del Suap dalla presidente di quello di Stiava Alessandra Chioliero. Ancora Cesaretti: “Come Confesercenti offriamo un supporto al Ccn di Stiava. Da un paio di anni è diventato però molto difficile organizzare eventi e manifestazioni, a causa di una interpretazione molto rigida della normativa sulla sicurezza ed il pubblico spettacolo. A riprova di ciò, difficilmente viene concessa la chiusura della strada centrale (Villa Gori e dintorni). Anche su questo aspetto chiediamo l’avvio di un percorso al fine di semplificare le procedure che consentano di rendere possibili manifestazioni ed eventi. Diversamente è impossibile prevedere attività di animazione e marketing con grave danno per le attività commerciali che lì operano”.

Infine il progetto del mercato antiquario. “Con l’approvazione del nuovo piano del commercio è stata prevista l’istituzione di un nuovo mercatino antiquario – conclude Valentina Cesaretti -. Ci rendiamo disponibili a proseguire il percorso intrapreso per consentirne a breve la realizzazione, anche in una sua fase sperimentale”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy