Menu
Sei in: News » 

Pisa, i problemi del litorale non si risolvono con la mistificazione della realtà

30 luglio 2020 In evidenza, Locations, Pisa

Il responsabile area pisana Simone Romoli: "Ancora una volta Confcommercio fa solo propaganda non sapendo entrare nel merito delle questioni".

“Ancora una volta Pieragnoli, tra l’altro nemmeno sfiorato dal nostro intervento, si erge a difensore dell’amministrazione comunale. Come al solito mistificando la realtà o, peggio ancora, non comprendendo le legittime preoccupazioni delle attività commerciali di Marina che si sono rivolte alla Confesercenti per sollevare un problema di programmazione dei cantieri sul litorale”.

E’ il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli a replicare a Confcommercio che aveva criticato la presa di posizione di Alessandro Cordoni, presidente Litorale, nella quale chiedeva una programmazione dei cantieri. “Pieragnoli che oggi applaude ai lavori in piena estate è lo stesso che qualche anno fa definiva quanto meno increscioso autorizzare un cantiere in piena stagione estiva sul lungomare di Marina? – incalza Romoli -. Pieragnoli che, come spesso gli accade, fa solo propaganda senza mai entrare nel merito delle questioni da noi sollevate tanto da citare piazza Belvedere di Tirrenia che non è mai stata menzionata dall’intervento di Alessandro Cordoni. Evidentemente per Confcommercio è più facile scrivere che raccogliere le preoccupazioni dei commercianti. A cominciare da quelli di via Moriconi – dice ancora il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord – che si sono trovati da un giorno all’altro un cantiere di Acque. O di quelli di piazza Baleari che, al di là del cantiere, hanno visto cancellare i pochi spazi di sosta a disposizione nel momento che viene chiuso il lungomare al traffico (per fortuna almeno alle 17 e non alle 12 come aveva brillantemente chiesto Pieragnoli)”.

Poi la questione della rotatoria di San Piero. “Per travisare la realtà basta dire che Confesercenti è contraria ai lavori – precisa Romoli -. Come al solito la scelta più facile per Confcommercio. I lavori per i litorale sono vitali e proprio per questo li riteniamo fondamentali ad esempio per attivare un vero percorso di pedonalizzazione del lungomare. Ma sarebbe cambiato qualcosa se la rotatoria fosse state realizzata a settembre? Evitando che tante persone, proprio in un momento di crisi economica, decidessero di rinunciare al nostro litorale per la difficoltà di collegamento a causa di quei lavori”.

La conclusione. “Comunque è davvero singolare l’atteggiamento di Confcommercio. Sul litorale chiede lavori urgenti e immediati. Poi invece si scaglia contro la Provincia che apre i cantieri sull’Arnaccio per interventi per altro concordati di messa in sicurezza. Evidentemente anche in questo caso che scrive non è la stessa persona”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy