Menu
Sei in: News » 

Vendita di prodotti sfusi, arrivo un contributo di 5.000 euro

17 ottobre 2019 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Inserito nel Decreto Clima riguarda gli esercizi di vicinato e di media distribuzione che scelgono di vendere alcuni prodotti sfusi come biscotti, olio o saponi.

Biscotti, olio e saponi si vendono sfusi: bonus da 5.000 euro per chi apre un green corner. Ecco una delle novità inserite nel Decreto Clima varato del governo e rivolto agli esercizi di vicinato e media distribuzione che scelgono di vendere alcuni prodotti sfusi o alla spina.

Per l’installazione di questi strumenti (definiti green corner) viene riconosciuto un contributo economico a fondo perduto per un importo massimo di 5.000 euro; obbligato attestare di aver installato per almeno un triennio a proprie spese nei rispettivi locali spazi ad hoc dedicati alla vendita di prodotti alimentari e detergenti, sfusi o alla spina, offerti alla clientela tramite recipienti che non siano monouso.

Il contributo sarà corrisposto agli esercenti interessati secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande ritenute ammissibili entro il limite complessivo di stanziamento pari a 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, sino ad esaurimento di tali risorse finanziarie.

Questi green corner rievocano l’antica tradizione dei negozi italiani di quartiere dove per molti anni si vendeva tutto sfuso: dalla frutta all'olio, al vino e alle sigarette fino ai legumi che tracimavano dai sacchi in tela e juta. Allora - in una epoca che va da dopo guerra a tutti gli anni Cinquanta - non si utilizzavano plastica o cellophane, ma involucri creati dai negozianti con carta paglia, considerata la carta alimentare per eccellenza. Per i liquidi, come vino ed olio, erano i clienti a portarsi le bottiglie da casa. Poi è arrivata la rivoluzione del commercio, le reclame e i grandi marchi fino all’avvento delle grandi catene e l’obbligo di «igienizzazione» dello smercio dei prodotti alimentari che hanno assestato il colpo mortale allo sfuso. 

Per le modalità e le tempistiche per accedere al contributo bisogna attendere l’apposito decreto che il governo dovrà adottare entro il prossimo 15 dicembre. Le sedi Confesercenti Toscana Nord sono a disposizione per ogni informazione e per le compilazioni delle domande una volta ottenuto il via libera dal decreto.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy