Menu
Sei in: News » 

Viareggio, sul futuro del Piazzone nessuna fuga in avanti

08 febbraio 2020 In evidenza, Locations, Versilia

Ad oggi il progetto è solo sulla carta ed il bando non ha ancora superato il passaggio in consiglio comunale. Azzardato quindi parlare di chi ci sarà e chi no.

“Rimaniamo francamente perplessi dalle esternazioni di Pier Paolo Tognetti che, ad oggi, è un libero cittadino e non il padrone del Piazzone anche se ha presentato in Comune il suo progetto di riqualificazione. Progetto che, ci risulta, non gli sia ancora stato assegnato. Eppure abbiamo letto della sua volontà di rimuovere un banco, di chiedere a quell’altro di rimanere, addirittura di indicare le modalità dei lavori”.

E’ la presidente Versilia di Confesercenti Toscana Nord Esmeralda Giampaoli a commentare l’intervista del patron di Ipersoap con la quale viene presentata la sua idea del nuovo Piazzone. “Siamo sorpresi della leggerezza con la quale Tognetti parla del futuro di imprese attualmente presenti, spesso da una vita, nella piazza – insiste Giampaoli -. E soprattutto ci chiediamo su che basi, visto che ad oggi nessun progetto dettagliato è stato presentato alle associazioni di categoria. Senza dimenticare che non è ancora stato affrontato il fondamentale passaggio del bando attraverso il voto del consiglio comunale. Ci piacerebbe che l’amministrazione comunale fosse parte attiva in questa iniziativa, ad esempio concordando lei in prima persona le tipologie merceologiche e non farsele imporre da chi, ripetiamo, ad oggi è solo un libero cittadino che ha presentato un progetto. Se infatti al privato compete il compito di investire con proprie finanze, al pubblico spetta quello di pianificare il futuro dell’area e quindi decidere lui quale sia la destinazione finale delle attività e delle merceologie. E magari avere anche voce in capitolo sui costi degli affitti dei nuovi fondi”.

La conclusione della presidente Versilia di Confesercenti Toscana Nord. “Tognetti forse non conosce bene i meccanismi, non basta infatti fare i classici conti tra quanto uno spende e quanto vuole guadagnare. Con una incredibile facilità parla di togliere una attività presente da decenni come fosse una sedia da spostare. Esistono leggi che prevedono indennizzi ad esempio. Lo sa? Ci auguriamo quindi che questa uscita sia, per essere buoni, frutto dell’entusiasmo di chi ha presentato un progetto e non altro. E che l’amministrazione svolga il suo ruolo di garante delle attività presenti e vigili sul futuro del Piazzone non cedendo al fascino dei soldi e che utilizzi lo strumento della concertazione per ogni decisione”.

(Nella foto il rendering del progetto realizzato dall'imprenditore Pier Paolo Tognetti)

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy