Menu
Sei in: News » 

Zona arancione, ecco le regole per asporto e consegna a domicilio

11 novembre 2020 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Per ritirare l'ordine i clienti possono entrare all'interno del locale rispettando le regole già in vigore. Per la consegna a domicilio attenzione ai documenti necessari.

Rientrando nella zona arancione, in Toscana sono chiusi per la somministrazione al pubblico ristoranti e pubblici esercizi a partire dall’11 novembre. Nessun divieto però per la vendita per asporto e per le consegne a domicilio.

ORARIO DI APERTURA. I ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio. La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario ma che deve omunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

ASPORTO, COME FUNZIONA. È consentito entrare o restare all’interno di bar, ristoranti e degli altri locali adibiti alla ristorazione (pub, gelaterie, pasticcerie…) per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali. Non è quindi necessario allestire postazioni all’esterno del locale.

RISTORAZIONE NEGLI ALBERGHI. I ristoranti degli alberghi sono aperti per i clienti che vi alloggiano, anche nelle zone arancioni e rosse. Quindi è consentita (senza limiti di orario) la ristorazione solo all’interno dell’albergo o della struttura ricettiva in cui si è alloggiati. Qualora manchi tali servizio all’interno del proprio albergo o della propria struttura ricettiva il cliente potrà avvalersi di una ristorazione mediante asporto o mediante consegna “a domicilio” (eventualmente organizzata dall’albergo), nei limiti di orario consentiti, con consumazione in albergo.

NORMATIVE. Ricordiamo che, così come nel precedente lockdown, per effettuare le consegne a domicilio occorre che sia aggiornato sia il Dvr (Documento Valutazione Rischio) che il manuale di autocontrollo; previste sanzioni per il mancato rispetto di queste documentazioni. Chi non si fosse ancora messo in regola contattare la nostra consulente Ambiente Igiene Sicurezza allo 050 888086.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy