Menu
Sei in: News » 

Coronavirus, sospesa la scadenza dei titoli di credito

10 aprile 2020 In evidenza, Locations, Toscana Nord

Fino alla data del 30 aprile e riguarda i vaglia cambiari, le cambiali e gli altri titoli di credito aventi efficacia esecutiva (come ad esempio assegni bancari o postali).

Il Decreto “Liquidità” introduce all'art. 11 disposizioni normative volte a sostenere, tra gli altri, il settore della piccola e media impresa.

Con l’art. 11 è stata disposta la sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito emessi in tutto il territorio nazionale. Più nello specifico, tale sospensione sarà operativa, fino alla date del 30 aprile e interessa i “vaglia cambiari, le cambiali e gli altri titoli di credito aventi efficacia esecutiva” (come ad esempio assegni bancari o postali) emessi prima dell’entrata in vigore del provvedimento, cioè prima del 9 aprile 2020, con scadenza intercorrente nel periodo dal 9 marzo al 30 aprile 2020. Da un punto di vista pratico, al debitore non sarà richiesta alcuna necessaria preventiva comunicazione da inviare al creditore, e potrà veder posticipata fino al 30 aprile 2020 la data prevista per il pagamento della cambiale o di altro titolo di credito.

La sospensione interessa i seguenti termini:

✔️ termini di presentazione al pagamento della cambiale o del titolo di credito (relativamente agli assegni bancari o postali, il creditore potrà comunque presentarsi in banca o alla posta per l’incasso, dovendo, tuttavia, in caso di mancanza di fondi, attendere il 30 aprile per contestare formalmente l’inadempimento al debitore);

✔️ termini per la levata del protesto e delle constatazioni equivalenti, previsti per tutti i titoli di credito;

✔️ termini per trasmettere il protesto o le constatazioni equivalenti alla Camera di Commercio al fine di consentire a quest’ultima la pubblicazione nel “Registro informatico dei protesti”;

✔️ termini per la trasmissione dell’esito negativo al Prefetto nei casi di levata del protesto, constatazione equivalente o di assegno scoperto (Legge 386/90, art. 8 bis);

✔️ termini per la comunicazione di iscrizione, e per la successiva iscrizione all’ “Archivio degli assegni bancari e postali e delle carte di pagamento irregolari”, adempimenti previsti per il mancato pagamento degli assegni bancari (Legge 386/90, art. 9 bis e 9);

✔️ termini per il pagamento tardivo dei titoli, previsto per esonerare il debitore dalla soggezione alle sanzioni amministrative previste per il mancato pagamento degli assegni.

 

 

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy