Menu

Tavolo del Turismo: le proposte di Confesercenti

02 marzo 2014 Massa Carrara, Turismo, In evidenza

L'Amministrazione Comunale sta organizzando alcuni progetti ed eventi per l'estate prossima. In considerazione dei temi che si vorrebbero sviluppare è intenzione della nostra associazione sottoporre alcune considerazioni e dare un contributo per la pianificazione degli eventi medesimi.

L'Amministrazione Comunale sta organizzando alcuni progetti ed eventi per l'estate prossima. In considerazione dei temi che si vorrebbero sviluppare è intenzione della nostra associazione sottoporre alcune considerazioni e dare un contributo per la pianificazione degli eventi medesimi.

Abbiamo suddiviso l'esposizione degli eventi in mesi come da Lei esposto nel corso della riunione.

Maggio

Nel periodo che va dal 25 aprile al mese di maggio, si terranno due eventi consolidati, con una valenza perlomeno provinciale se non interprovinciale, “Spino Fiorito” e “Primavera Jazz“, entrambi questi eventi hanno bisogno di un maggior spessore, per “Spino Fiorito” in qualità e rappresentatività delle produzioni provinciali o al massimo toscane, per “Primavera Jazz “, una maggior comunicazione.

Questi due eventi crediamo debbano andare a coinvolgere l’intera area del centro storico. Per “Spino Fiorito”, sia con la realizzazione di appositi addobbi dei negozi del centro, ma anche con il coinvolgimento dei pubblici esercizi e della rete di Vetrina Toscana a Tavola, estendendo la collaborazione ai produttori che potrebbero fornire un supporto all’intera manifestazione.

Nel periodo di “Primavera Jazz “ potrebbe essere interessante coinvolgere i pubblici esercizi in serate con dei mini live di Jazz e Blues e magari organizzare dibattiti o incontri con i musicisti che parteciperanno alla rassegna per farli incontrare con gli appassionati e i giovani musicisti locali. Nel mese di maggio, in collaborazione con la Provincia, i balneari, da un paio d'anni, organizzano la giornata “Aperti per Tutti” in cui mettono a disposizione, gratuitamente, una parte delle loro strutture. Sulla costa, inoltre, si potrebbe pensare anche ad un'azione di promozione integrata delle diverse manifestazioni, magari sfruttando anche la rete wi-fi a disposizione dei balneari che conta 120.000 registrazioni.

Giugno

La rassegna del “Festival Ballet” apre il mese della danza, come da Lei annunciato, in quest'ottica crediamo che le performance di danza debbano svilupparsi lungo la costa, per una continuità con la location del festival (la comasca) e che potrebbe andare a coinvolgere tutta la costa con eventi collaterali. E ci sembra che il tema della danza possa essere anche il leit motiv della “notte bianca”, con il coinvolgimento di tutte le scuole di ballo della città, con esibizioni di street band, in considerazione che coinciderà con la “Festa Arcobaleno”, promossa dalla Regione Toscana, e che potrà pertanto avvalersi di una promozione su scala regionale.

Luglio-Agosto

Secondo noi questi devono essere i mesi della musica, partendo dal “Festival Sinfonico”, che avrebbe bisogno di maggiori supporti economici e logistici, proseguendo con eventuali proposte di esibizioni di musicisti in varie zone della città, distinguendo le esibizioni in base anche ai generi musicali. La pianificazione degli eventi dovrebbe avere una prevalenza delle proposte per un target giovanile da svolgere nelle piazze del litorale, Ronchi, Marina, Partaccia , lasciando nel centro esibizioni di carattere più soft (jazz, blues, soul, classica, folkloristica ). Tutto questo con la speranza che il recente Decreto del Presidente della Giunta Regionale 8 gennaio 2014, n. 2/R con i suoi provvedimenti non impedisca una buona parte di questi possibili eventi.

La notte bianca di Marina deve avere un'idea progettuale più veloce possibile e possibilmente con un tema condiviso, per non ricadere nel tormentone dello scorso anno (fuochi si, fuochi no).

In questo periodo sarebbero da attivare tutta una serie di escursioni, con partenza da Villa Cuturi con destinazione: le Cave, il Castello, i paesi e i sentieri montani, il centro storico, con le eventuali mostre e angoli nascosti) in collaborazione con la Provincia, con gli albergatori, con i balneari, con i campeggiatori, con le guide turistiche.

Settembre

Nel mese di settembre crediamo si possa sviluppare la “Tematica dello Sport”, vista la Sua anticipazione al Tavolo del Turismo del possibile arrivo del campionato mondiale di corsa, potrebbe essere l'occasione di cercare di concentrare gli eventi sportivi in questo periodo, invitando i privati a provare a pianificare i loro eventi in questa parte di stagione, soprattutto per venire incontro alle disponibilità alberghiere.

Si potrebbe ripetere “Massa in forma in città” curato dal c.c.n. , sul litorale invece promuovere eventi di sport acquatici, surf, nuoto, beach volley, mini maratona, coinvolgendo dai Ronchi, alla Partaccia.

Queste sono alcune considerazioni e ipotesi progettuali, la premessa di tutto ciò è che ci sia da parte dell'Amministrazione Comunale la volontà di farsi carico della parte di coordinamento mettendo a disposizione risorse umane, magari utilizzando alcune professionalità, per meglio supportare la parte comunicativa e promozionale.

L'analisi delle proposte non ci esime da esprimere perplessità sulle procedure finora utilizzate per la selezione dei temi e degli eventi, forse si potrebbe fare qualche analisi di quelli che sono o sono stati gli eventi o rassegne di maggior successo, per cercare di trovare un filone dove poter sviluppare una strategia comunicativa e realizzativa da sviluppare magari in un arco temporale almeno triennale.

Ci sembra che troppo spesso la mancanza di verifiche sulle cose fatte non ci aiuti a crescere, anzi senza obiettivi oggettivi (numero spettatori, aumento presenze in occasione eventi, presenza sugli organi di stampa, sondaggi di gradimento ecc...ecc...) da raggiungere, difficilmente potremmo avviare queste analisi, in questo lavoro potremmo avvalerci dei dati dell'osservatorio, o dell'Istituto Studi e Ricerche della CCIAA.

Un percorso più chiaro e lungimirante ci piacerebbe fosse intrapreso anche sulla destinazione della tassa di soggiorno, a questo riguardo crediamo che alcune Amministrazioni Comunali, quali ad esempio Pisa e Lucca, abbiamo intrapreso una strada molto interessante, con adeguate previsioni regolamentari o con la stipula di protocolli d'intesa con i soggetti rappresentativi del mondo associativo imprenditoriale.

Questi protocolli, che si inquadrano in un arco temporale di medio termine, sono volti innanzitutto a rafforzare, sul tema del turismo, la collaborazione delle parti interessate, Associazioni imprenditoriali e Amministrazione Comunale, ed anche a promuovere progetti di valorizzazione turistica della città e del territorio, nell’ottica di avviare uno sviluppo economico turistico che sia il volano dell’economia della città e del territorio.

Con il progetto si finalizzano risorse, anche derivanti dal gettito dell’imposta di soggiorno, all’attuazione della programmazione integrata di manifestazioni ed eventi, oltre che a sostenere le svariate attività di promozione turistica.

Nel nostro caso un ipotetico 20% (€ 70.000) del gettito dell’imposta potrebbe essere destinato a cofinanziare al 50% proposte progettuali in materia di promozione turistica o eventi promossi da soggetti del mondo associativo imprenditoriale o privati, privilegiando le proposte di rete, che vedono coinvolti più soggetti e con precisa rendicontazione delle spese effettuate, privilegiando proposte pluriennali.

Questo servirebbe a un maggior coinvolgimento dei soggetti privati e permetterebbero una miglior pianificazione e programmazione della proposta turistica del territorio.

Ci piacerebbe che sulla destinazione della tassa di soggiorno si potessero andare a determinare delle linee guida e delle priorità su come andare a investire le risorse, magari sentiti i pareri degli operatori turistici.

 

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy