Menu
Sei in: Aree territoriali » Versilia » News ed Eventi » 

Viareggio, gli ambulanti dei mercati non pagheranno la rata Cosap di aprile

28 marzo 2020 In evidenza, Locations, Versilia

L'amministrazione Del Ghingaro accoglie le sollecitazioni di Anva e Confesercenti Versilia per sostenere concretamente la categoria.

“Diamo atto al sindaco Giorgio Del Ghingaro e all’assessore Patrizia Lombardi di aver accolto le nostre richieste per offrire anche agli ambulanti del mercato le agevolazioni per il pagamento della Cosap, con la cancellazione della rata di aprile”.

Sono il responsabile area Versilia di Confesercenti Toscana Nord Daniele Benvenuti ed il responsabile del sindacato ambulanti Anva Toscana Nord Claudio Del Sarto, ad intervenire dopo l’annuncio del primo cittadino di abolire una rata della Cosap, la tassa sull’occupazione del suolo pubblico, agli ambulanti. “In prima battuta l’amministrazione comunale di Viareggio – spiegano Benvenuti e Del Sarto – aveva pensato di abolire le rate di aprile e luglio del canone del suolo pubblico solo per le occupazioni permanenti e quindi per bar, ristoranti e chioschi escludendo gli ambulanti. Poi di estendere questa agevolazione ai soli ambulanti residenti, idea sulla quale siamo intervenuti per fare presente l’impossibilità di una sua applicazione visto che le concessioni degli stessi ambulanti non possono tenere conto della residenza dell’operatore. Il sindaco Del Ghingaro ha alla fine compreso sia questa posizione che le difficoltà che stanno avendo i titolari dei banchi che se i divieti imposti dal decreto dovessero essere presumibilmente prorogati anche dopo il 3 aprile perderanno almeno dieci mercati, giungendo alla giusta decisione di abolire una rata per tutti. Nel caso questi divieti – sottolineano ancora i due rappresentanti di Confesercenti Toscana Nord – fossero confermati ulteriormente, ci riserviamo di chiedere al Comune di abolire per gli ambulanti anche la rata di luglio come già previsto per le occupazione permanenti”.

La conclusione di Daniele Benvenuti e Claudio Del Sarto: “Anche se la rata del 31 marzo dovrà essere pagata, e per tanti operatori non sarà semplice, il Comune di Viareggio è intervenuto concretamente con uno sconto e non con una semplice sospensione del canone. Ci auguriamo in futuro, se ci fossero ancora provvedimenti del genere, di concertare con le associazioni il percorso per evitare fraintendimenti e soprattutto di ingenerare nella categoria preoccupazioni in un momento già molto delicato”.

Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy