Menu
Sei in: News » 

Mobilitazione commercio

30 dicembre 2013 Toscana Nord, Pisa

Gli ultimi dati sul calo delle vendite e delle attività nel commercio e nel turismo a Pisa confermano purtroppo lo stato di crisi soprattutto delle piccole imprese. Chiediamo con forza al governo una risposta e ci mobiliteremo...

“Gli ultimi dati sul calo delle vendite e delle attività nel commercio e nel turismo a Pisa confermano purtroppo lo stato di crisi soprattutto delle piccole imprese. Chiediamo con forza al governo una risposta e ci mobiliteremo per la manifestazione nazionale a Roma il prossimo 18 febbraio”. Questo l'appello di Confersercenti per voce del suo direttore Marco Sbrana dopo la decisione di Rete Impresa Italia di una grande mobilitazione fissata a febbraio in piazza del Popolo a Roma. “Stiamo già organizzando dei pullman per portare il contributo della provincia e dell'area vasta a questa manifestazione – aggiunge Sbrana -. Vogliamo rimarcare, questa volta a voce alta, il grave stato di crisi che sta attanagliando le piccole e medie imprese del commercio del turismo e dei servizi e chiedere una svolta urgente nelle scelte di politica economica”. Ma in pratica quali sono le richieste. Ancora il direttore. “Innanzitutto una politica del credito che permetta alle imprese di rilanciare gli investimenti, un alleggerimento della pressione fiscale nazionale e locale oltre che del costo del lavoro, una rimodulazione delle aliquote Iva e infine una politica di sviluppo concreta che permetta alle imprese di tornare ad assumere e ai lavoratori di tornare a fare acquisti”. Sicuramente il 18 febbraio sarà una data storica per certi versi visto che è la prima volta che le imprese del commercio del turismo dei servizi e dell’artigianato (circa 3milioni di imprese a livello nazionale) decidono di manifestare unitariamente e pubblicamente in piazza. La conclusione del direttore di Confesercenti. “Una manifestazione che vuole essere determinante, per obiettivi e parole d’ordine, nelle future scelte del governo ma anche importante per le categorie che hanno scelto di mobilitarsi sotto l’unica bandiera della piccola e media impresa. I titolari delle attività commerciali, dei pubblici esercizi, delle strutture ricettive e degli stabilimenti balneari, le guide turistiche, gli ambulanti, i benzinai, i giornalai, affluiranno a Roma per rivendicare il diritto al lavoro e la tutela della propria professionalità. Non è più il tempo di aspettare passivamente scelte nazionali che tardano ad arrivare, ora è importante scendere in piazza e alzare la voce per reclamare atti concreti che rilancino l’economia e salvaguardino le imprese e i lavoratori”.


Confesercenti Toscana Nord - Via Ponte a Piglieri, 8 - Pisa - Tel. 050 888000 - Fax 050 503119 - info@confesercentitoscananord.it - privacy